Consigli

Funghi viola: una descrizione delle specie più famose


La colorazione insolita dei funghi non è rara, ma sembrano molto esotici. I funghi viola sono commestibili e inadatti alle specie alimentari, quindi è necessario conoscerne la descrizione e le caratteristiche.

Fungo viola ragnatela

La ragnatela è viola, dal latino Cortinarius violaceus, appartiene alla categoria dei funghi commestibili. Il nome popolare è palude viola o donna grassa. Questo fungo appartiene al genere Gossamer e alla famiglia Gossamer o Cortinariaceae cresce nelle foreste di conifere e latifoglie e presenta le seguenti caratteristiche:

  • un cappello convesso oa forma di cuscino ha un diametro fino a 15 cm;
  • i vecchi esemplari hanno una distesa, con bordi ondulati, cappello di feltro squamoso, colorazione viola scuro;
  • i piatti larghi e localizzati raramente crescono con un dente e hanno un colore viola scuro;
  • l'altezza della gamba non supera i 120 mm con uno spessore di 20 mm;
  • la parte superiore della gamba è coperta da squame di medie dimensioni;

  • la parte inferiore della gamba ha un ispessimento tuberoideo;
  • la struttura della gamba è fibrosa, brunastra o viola scuro, con una superficie leggermente lilla;
  • biancastro o bluastro, con una sfumatura viola, la polpa ha un pronunciato sapore di nocciola;
  • l'aroma di funghi della polpa è quasi completamente assente.

La ragnatela commestibile viola è molto adatta per la preparazione di primi e secondi piatti chic. Nonostante il gusto della ragnatela sia piuttosto mediocre, viene consumata bollita e fritta e viene utilizzata anche per la salatura e la salatura.

La palude forma micorriza con latifoglie e conifere come pino, betulla, abete rosso, faggio e quercia. Il periodo di fruttificazione di massa della viola ragnatela cade in agosto e dura fino a metà ottobre. Molto spesso può essere trovato su terreni umici e acidi, foglie cadute e terreno muschioso.

Dove cresce la ragnatela viola

Pepe viola

La peziza violacea appartiene al genere Pezitsa o Peziza e alla famiglia Pezitsa o Pezizaceae. Corpi di frutta di pepe viola crescono in gruppi relativamente grandi in aree dopo incendi e falò. Il picco della fruttificazione si verifica in primavera e nella prima metà dell'estate.

Caratterizzazione e descrizione morfologica di funghi chiamati pepe viola:

  • discomycetes a forma di tazza o a forma di piattino;
  • il diametro medio di un corpo fruttifero poco profondo è di circa 5-30 mm;
  • parte interna liscia della superficie spore di colorazione lilla, viola o violetto rossastro;
  • la parte esterna è più chiara dell'interno, grigio-lilla o marrone chiaro;
  • si può osservare la presenza di una gamba falsa;
  • colore lilla chiaro, polpa abbastanza sottile e fragile, non ha un gusto e un aroma di funghi pronunciati.

Il fungo non appartiene alla categoria dei velenosi, ma viene raccolto dagli amanti della caccia "silenziosa" e viene utilizzato molto raramente a scopi alimentari, a causa della mancanza di un gusto decente e di una polpa densa e carnosa. La pizza è il parente più vicino a linee e spugnole, quindi viene utilizzata non solo fritta e salata, ma anche come decorazione di insalate, che arricchirà significativamente il lato estetico dei piatti finiti.

La fila di viola

Un fungo chiamato viola di sorbo è noto a molti raccoglitori di funghi come lepista nudo o viola e nelle persone viene affettuosamente chiamato cianosi o paro. Lepista nuda appartiene alla categoria dei funghi condizionatamente commestibili, il genere Lepista e la famiglia Ordinary o Govorushka.

Un fungo abbastanza grande, come la sorba, ha la seguente descrizione morfologica:

  • il diametro del cappuccio carnoso supera i 16-18 cm;
  • un cappello di tipo carnoso, emisferico e di forma convessa, con la presenza di bordi sottili avvolti;
  • gli esemplari adulti hanno un cappello convesso o di forma depressa con bordi curvi;
  • ci sono esemplari con cappelli ondulati;

  • la superficie liscia del cappuccio ha una lucentezza caratteristica;
  • il cappello del giovane fungo ha un colore viola brillante e con l'età tende a sbiadire e ad acquisire un'ombra ocra;
  • la polpa carnosa ha una densità sufficiente e un colore viola chiaro;
  • la polpa è caratterizzata dalla presenza di un gusto e un aroma piuttosto deboli, ma gradevoli che ricordano l'anice;
  • le placche sono piuttosto sottili, spesso localizzate con denti attaccati, o di un tipo praticamente libero, colorazione violetta;
  • le gambe sono dense, di forma cilindrica, con un leggero ispessimento alla base;
  • la superficie è liscia, con fibrillazione longitudinale;
  • caratteristica è la presenza sotto il cappello di placca traballante e pubescenza viola alla base della gamba.

Caratteristiche delle file di viola

La fila di violette appartiene alla categoria dei saprofiti e i suoi corpi fruttiferi crescono sulla superficie della lettiera in decomposizione. Ha una resistenza sufficiente al raffreddamento e porta frutti nel periodo da metà settembre all'inizio di un significativo raffreddamento tra ottobre e novembre.

Funghi commestibili condizionati, il ribes viola è di buona qualità, ma prima dell'uso negli alimenti, i funghi pre-pelati e lavati devono essere sottoposti a trattamento termico sotto forma di ebollizione per 15-20 minuti. L'uso del canottaggio viola senza precedente bollitura causa spesso disturbi di stomaco sufficientemente forti.. Tra l'altro, l'ebollizione preliminare dei corpi fruttiferi del canottaggio consente di eliminare l'odore e il gusto specifici tipici di tutti i funghi che crescono su sostanze organiche in decomposizione.

Vernice ametista

Commestibile, ma piuttosto raro nel nostro paese, il fungo chiamato lacca lilla o ametista, dal latino Laccaria amethystina, appartiene al genere Lacovita e alla famiglia Ordinary. Il fungo cresce su terreni umidi delle zone forestali e presenta le seguenti caratteristiche esterne:

  • il diametro del cappuccio varia tra 10-50 mm;
  • i giovani esemplari hanno una forma emisferica;
  • i vecchi corpi fruttiferi della lacca ametista hanno un cappello a forma piatta;
  • la colorazione della superficie del cappello è viola-lilla, ma con l'età è soggetta a forte sbiadimento;
  • piatti di un tipo piuttosto spesso, localizzati raramente, colorazione viola-lilla;
  • in esemplari maturi di corpi fruttiferi, il piatto è biancastro-farinoso e discendente lungo il tipo peduncolare;
  • gamba con fibrillazione longitudinale, caratteristica colorazione lilla;
  • la polpa è sottile, di colore viola-violetto.

I funghi possono essere utilizzati per cucinare sia il primo che il secondo piatto di funghi.

Funghi coloranti

I funghi che acquisiscono un colore viola sono pochi, ma vale la pena menzionarli. Non dovrebbe sorprendere se, dopo la cottura, i corpi fruttiferi di funghi come le capre diventassero viola. La polpa di questi funghi sotto l'influenza del trattamento termico diventa molto insolita, interessante il colore viola-ciliegia.

Come decapare i bignè viola

Inoltre, i corpi fruttiferi del porcino, così come il burro e alcune varietà di russula, diventano blu-violetti durante la cottura, a causa della presenza dell'enzima tirosinasi nella polpa.